CHE FINE HA FATTO? - Pablo Barrientos, Catania pazza del Pitu

22.06.2017 16:00 di Antonino Sergi Twitter:   articolo letto 1907 volte
© foto di Federico Gaetano
CHE FINE HA FATTO? - Pablo Barrientos, Catania pazza del Pitu

In spagnolo El Pitu significa il Puffo, Pablo Barrientos si porta questo soprannome sin dai primi calci ad un pallone quando ancora era solo una promessa del San Lorenzo. Proprio con la maglia del Ciclon si mette in luce fino ad essere convocato per il Mondiale Under 20 vincendo il bronzo nell'Argentina di un altro ragazzino terribile, Leo Messi.

El Pitu però nel 2006 decide di lasciare l'Argentina per approdare nella fredda Russia, veste la maglia del FK Mosca e segna anche sei reti in due anni prima di un mini ritorno al San Lorenzo. Arriva l'estate del 2009 e, tra lo stupore generale, diventa l'acquisto più costoso della storia del Catania. Il club etneo infatti spende ben 4 milioni per Barrientos.

Arriva infortunato con una serie di problemi fisici non indifferenti, mentre Pietro Lo Monaco continua a descriverlo come "il calcio", a Catania lo vedono soltanto per due spezzoni di fine campionato. Nell'inverno del 2011 torna in prestito all'Estudiantes per riprendersi poi ancora Catania.

Finalmente sboccia l'amore con la maglia rossazzurra ed El Pitu comincia a regalare giocate che raccolgono applausi su applausi, il Massimino è tutto per Barrientos che trova la sua prima rete al 90' di una sfida contro il Lecce al Via del Mare regalando tre punti agli etnei. Tre stagioni con 84 presenze e 14 reti rimanendo per sempre nel cuore dei tifosi.

Nel 2014 fa ritorno al primo amore, il San Lorenzo giocando per altre due stagioni ma all'età di 34 decide di trasferirsi in Messico al Toluca dove tutt'ora gioca con ottimi risultati.