GUIDA ALLA COPA AMERICA: Cile: squadra, stella e formazione

14.06.2019 18:00 di Samuele Altomare   Vedi letture
GUIDA ALLA COPA AMERICA: Cile: squadra, stella e formazione

Parliamo ora della Nazionale bicampione in carica: il Cile. La Roja ha sfruttato al meglio la sua generación dorada, vincendo le ultime due edizioni della Copa América (prima di allora il palmarés era vacante), e arrivando in finale della Confederations Cup del 2017. Successivamente però, c'è stato un improvviso calo, culminato la clamorosa mancata qualificazione ai Mondiali dello scorso anno; Juan Antonio Pizzi si è dimesso e la ripartenza è affidata a Reinaldo Rueda. Giovani di alto livello (o che perlomeno si avvicinano a quelli di questa generazione) non sembrano esserci, quindi bisogna sfruttare al massimo i prossimi anni. Il Cile è inserito nel gruppo C con Uruguay, Ecuador e Giappone.

CONVOCAZIONI-

STELLA- Ci sono due giocatori che si possono tranquillamente considerare le stelle del Cile: Arturo Vidal Alexis Sánchez. Tra i due, il primo ha vissuto un ottima stagione al Barcellona mentre il secondo ha deluso parecchio al Manchester United. Nonostante ciò, scegliamo di parlare dell'ex Udinese; nominato miglior giocatore nella Copa América del Centenario, el Niño Maravilla con la Roja non ha quasi mai tradito. Ci si aspettano grandi cose da uno che è il recordman sia di presenze che di reti della sua nazionale: Alexis non può mancare e deve tornare ad essere quel giocatore che spacca da solo le partite. Contro tutte queste aspettative però, va anche ricordato che il 30enne questa Copa ha rischiato di non giocarla: a causa di un infortunio ha saltato entrambe le ultime due amichevoli. Non sembra comunque essere a rischio per il resto della competizione.

CLICCA QUI PER VEDERE LA COPA AMERICA, PRIMO MESE GRATUITO

GIOVANE DA SEGUIRE- Come detto l’età media cilena è piuttosto alta. Se si fa eccezione per il terzo portiere Yerko Urra, 22enne in forza al Huachipato, non ci sono giocatori sotto i 24 anni. Il più interessante sembra essere il classe 1994 Paulo Díaz; difensore centrale o terzino, quando era ancora in forza al San Lorenzo fu accostato anche all’Inter. Oggi gioca ancora all’Al-Hilal, ma il suo futuro in Arabia Saudita è tutt’altro che scontato: c’è il River Plate che lo vuole riportare in Argentina. Nella Copa América  el bombero deve dimostrare di poter tornare quindi a giocare in campionati di buon livello.

COMMISSARIO TECNICO- Dopo innumerevoli nomi, l’allenatore designato a succedere gli ottimi Jorge Sampaoli e Juan Antonio Pizzi alla guida del Cile è stato Reinaldo Rueda. Totem colombiano, la sua ultima esperienza risaliva al 2014, quando si chiuse il suo ciclo quadriennale alla guida dell’Ecuador. Nel frattempo ha allenato il Flamengo, dove non è mai “scoppiata la fiamma”, ma soprattutto con eccezionali risultati l’Atlético Nacional; alla guida dei Verdolaga il classe 1957 è riuscito a vincere qualsiasi cosa, Libertadores compresa. Fino ad ora la Roja con Rueda come comisario tecnico sta raccogliendo risultati altalenanti: ora però arriva la Copa, non si può più sbagliare.

FORMAZIONE-

CLICCA QUI PER VEDERE LA COPA AMERICA