GUIDA ALLA COPA AMERICA: Colombia: squadra, stella e formazione

14.06.2019 17:15 di Samuele Altomare   Vedi letture
GUIDA ALLA COPA AMERICA: Colombia: squadra, stella e formazione

Anche la Colombia, come l'Argentina (ma anche il Paraguay), è in un periodo di cambiamenti. Al termine dei Mondiali russi, dopo ben 6 anni, il commissario tecnico José Pekerman ha lasciato la panchina cafetera; a sostituirlo, dopo un periodo di interinato con Arturo Reyes, è arrivato l'esperto portoghese Carlos Quieroz. I colombiani sembrano essere in un periodo quasi di "incertezza": quello che sarebbe dovuto essere un periodo d'oro (come successo per i cileni), ha portato come massimo risultato solo i quarti di finale nel Mondiale del 2014. Questa Copa América potrebbe essere, e deve essere, un torneo in cui finalmente questa generazione dorata fa vedere di cosa è capace; ricordiamo che nel palmarés della Tricolor c'è solo un trofeo: proprio la Copa América, vinta nel 2001. La Colombia è stata collocata nel gruppo B con Argentina, Paraguay e Qatar, e punta in alto.

CONVOCAZIONI- Lo zoccolo duro colombiano rimane sempre lo stesso. Ci sono sempre i vari Falcao, reduce una stagione altalenante con il suo Monaco e sulla via dell'addio ai monegaschi, James, che potremmo vedere al Napoli, Ospina, nonostante problemi familiari che gli hanno fatto saltare gli ultimi match proprio con i partenopei, e Cristian Zapata, che dal 1° luglio sarà svincolato dal Milan e quindi deve obbligatoriamente farsi notare. Ci si aspetta molto anche dagli altri italiani; oltre a Cuadrado e Muriel (altro calciatore il cui futuro è un'incognita), Duván Zapata deve essere protagonista: autore della sua migliore stagione in carriera con l'Atalanta, ha segnato 28 gol in 48 partite tra tutte le competizioni. Potrebbe sentirsi la mancanza di Juan Fernando Quintero, del River Plate, alle prese con un lungo infortunio.

STELLA- Tutto quello che volete, ma il vero fenomeno, il vero ago della bilancia di questa Colombia rimane sempre James Rodríguez. Numero 10 dall'immensa classe, qualità e balistica, el Bandido è al centro di incessanti voci di mercato. Ha chiesto esplicitamente al Bayern Monaco di non riscattarlo, e sa già che il Real Madrid non lo terrà. Pare ci siano ottime possibilità di vederlo nella nostra Serie A, nel Napoli, visto l'ottimo rapporto con Ancelotti; attenzione però all'inserimento del Manchester United. James deve però lasciar perdere tutte queste voci: il futuro dei cafeteros nella Copa dipende principalmente da lui; solo in seguito, si potrà pensare al resto. Il classe 1991 è diventato anche il terzo miglior marcatore della sua Nazionale, a meno 12 da un altro giocatore che, se in forma come una volta, può cambiare a suo piacimento le carte in tavola: Radamel Falcao.

CLICCA QUI PER VEDERE LA COLOMBIA, PRIMO MESE GRATUITO

GIOVANE DA SEGUIRE- Tra i vari Yerry Mina e Davinson Sánchez abbiamo scelto di inserire Jefferson Lerma. Medianone 24enne in forza al Bournemouth, in Premier League, non parte con i gradi titolari ma troverà comunque il suo minutaggio. Cresciuto calcisticamente nell'Atlético Hulia, ha fatto vedere le migliori cose in Spagna nel Levante, tanto da convincere le Cherries a sborsare 28 milioni di euro per acquistarlo (acquisto più caro nella storia del club). Nella stagione inglese ha detto lui stesso di essere cresciuto molto; questa Copa América servirà ulteriormente per mettersi in mostra. Oltre a lui, se dovessero trovare spazio, vanno assolutamente seguiti sia il classe '98 John Lucumí, passato recentemente dal Deportivo Cali al Genk, che il classe 1997 Luis Díaz, in forza allo Junior de Barranquilla ma accostato al Porto.

COMMISSARIO TECNICO- Per il dopo Pekerman la Federazione Colombiana ha scelto di puntare nuovamente sull'esperienza. La scelta di Carlos Quieroz si sposa perfettamente con questa "filosofia". Subentrato ad Arturo Reyes a febbraio, il portoghese ha raccolto 3 vittorie nelle prime 4 amichevoli. La sua carriera da allenatore si divide tra club e nazionali. Ha avuto modo anche di allenare club illustri come il Real Madrid, ed è stato un vice storico di Ferguson al Manchester United; la sua ultima esperienza è stata sulla panchina dell'Iran negli scorsi Mondiali, dove è uscito ai gironi ma senza demeritare. Il classe '53 vuole fare una grande campagna in questa Copa per poi arrivare al meglio ai prossimi Mondiali in Qatar.

FORMAZIONE- (4-3-3) Ospina; Arias, Mina, Sánchez, Tesillo (Cristian Borja); Cuadrado, Barrios, Uribe; James Rodríguez, Falcao (Duván Zapata), Muriel. 

CLICCA QUI PER VEDERE LA COPA AMERICA