Copa Libertadores 2019: Boca Juniors e Flamengo in Semifinale. I brasiliani ci tornano dopo 35 anni!

29.08.2019 14:05 di Roberto Scannapieco   Vedi letture
Copa Libertadores 2019: Boca Juniors e Flamengo in Semifinale. I brasiliani ci tornano dopo 35 anni!

Boca Juniors e Flamengo alle Semifinali della Libertadores. Questo ha detto la serata di ieri, in un certo senso confermando i pronostici dopo le gare d'andata dei Quarti. Per il Boca e' stata più che altro una passerella nell'imminenza del Superclàsico di Superliga in programma Domenica e del possibile nuovo incrocio nella Semifinale della Copa Libertadores. La squadra di Alfaro non ha patito, e non poteva essere diversamente, la LDU che era arrivata alla Bombonera principalmente per non sfigurare, con la qualificazione abbondantemente compromessa dopo lo 0-3 dell'andata. Gli xeneizes hanno avuto il pallino per tutta la gara ma non sono risultati concreti sotto porta e così la gara e' finita 0-0. Poco male, il Boca e' in Semifinale ed aspetta l'odiato rivale. Anche il Flamengo in casa dell'Internacional partiva dal vantaggio di due reti, non rassicurante ma molto importante. La squadra di Jorge Jesus ha giocato un ottima gara anche ieri, facilitata dal nervosismo del Colorado che doveva compiere quasi un miracolo per rimettere in forse la qualificazione. Primo tempo mediocre, secondo tempo che ha dato qualche speranza al club Gaùcho la rete segnata da Rodrigo al 17°, un altro gol senza subirne avrebbe portato la sfida ai rigori. Invece e' stato il Flamengo a legittimare la ottima prestazione con la rete del pareggio di Gabriel al 40°. L'1-1 finale ha significato qualificazione alla semifinale nella quale affronterà i "cugini" dell'Internacional, il Gremio. Per il Flamengo l'approdo alla Semifinale di Libertadores e' quasi storico, l'ultima volta fu nel 1984, (la Semifinale si giocava in un altro formato, un gruppo di 3 squadre, ed il Mengao arrivò a pari punti proprio con il Gremio, e uno spareggio finito 0-0 decise la qualificazione alla Finale per il club di Porto Alegre), ma stavolta vorrebbe invertire la tradizione.