Copa Libertadores, il racconto della notte: tripudio Azul y Oro in Brasile

05.10.2018 08:10 di Samuele Altomare  articolo letto 47 volte
Copa Libertadores, il racconto della notte: tripudio Azul y Oro in Brasile

CRUZEIRO 1-1 BOCA JUNIORS

Solo un enorme grande spavento per il Boca Juniors nell’ultima semifinale. Al Mineirão di Belo Horizonte il Cruzeiro non riesce infatti ad andare oltre l’1 a 1 contro gli Xeneizes ed è costretto ad abbandonare la Libertadores. Com’era lecito aspettarsi, è stata la Raposa a fare la partita, anche se un bel rischio se l’è preso all’11 quando Egidio con una scivolata su Villa stava per causare un rigore per il Boca; non dello stesso avviso Andrés Cunha. Nel recupero vantaggio brasiliano con gol del Pirata Barcos annullato causa fallo di Dedé su Rossi, gamba altissima. 58’, ancora azione da calcio piazzato, e questa volta nessuno può negare il vantaggio al neo entrato Sassá, che esplode il mancino dopo una serie di rimpalli. All’81’ si ripete una scena vista all’andata: fallo di Dedé su Pavón, doppia ammonizione e Cruzeiro in 10. Due minuti dopo palo dell’ex Wanchope Ábila, ma è nel recupero che gli Xeneizes chiudono il discorso qualificazione: sponda proprio di Ábila, Pavón anticipa Léo e batte Fábio. Tripudio Azul y Oro. Ora il Boca Juniors affronterà (nuovamente, come nel girone) il Palmeiras. Continua lo spettacolo della Copa.