Copa Libertadores, la presentazione di Colo Colo-Corinthians

08.08.2018 18:00 di Samuele Altomare  articolo letto 38 volte
Copa Libertadores, la presentazione di Colo Colo-Corinthians

Parliamo adesso della terza sfida di questa notte, la seconda della 02:45. In questo caso vengono messi difronte i cileni del Colo Colo e i brasiliani del Corinthians, all'Estadio Monumental David Arellano. Vengono contrapposte anche in questo caso due squadre che sanno cosa significa vincere la Copa, avendone una a testa in bacheca. La partita sarà arbitrata dal colombiano Wilmar Roldán.

Gli unici 2 precedenti tra questi due club risalgono alla Copa Mercosur del 2001, con un pareggio 0-0 in Brasile e una sconfitta 0-2 in casa a Macul a favore del Timão.

Qui Colo Colo: Iniziamo dai padroni di casa, che tornano dopo 11 anni a giocare gli ottavi di finale della Copa Libertadores. Come qualsiasi tifoso del Cacique potrà confermarvi, non è stata assolutamente una cosa semplice per il Colo Colo superare il Gruppo B. Per il Popular infatti, è stato necessario aspettare l'ultima giornata, sudarsi un pareggio contro l'Atlético Nacional, e gioire della vittoria del Delfín contro il Bolívar, che ha consentito in questo modo, per la differenza reti, il passaggio del turno ai cileni. In campionato invece il Colo Colo, forte dell'acquisto su tutti di Lucas Barrios, aveva ripreso con due vittorie, prime di perdere 1-0 contro il Deportes Temuco durante questo weekend. Oltre al ritorno della Pantera, il Cacique si è mosso sul mercato acquistando il terzino argentino Damián Pérez dal Tijuana, riportando a casa dal Brasile Esteban Pavez (che sarà assente per infortunio) e acquistando inoltre il giovane venezuelano Danny Pérez. Saranno certamente molto motivati per questo match due ex Palmeiras (quindi rivale del Corinthians) come il Mago Valdivia e Barrios. Una buona notizia per la partita è arrivata anche dall CONMEBOL: è stata infatti annullata la squalifica Héctor Tito Tapia, l'allenatore dei cileni, che era stato cacciato contro il Bolívar per comportamento inadeguato; potrà quindi essere in panchina. Questo il possibile 11 di Tito (4-3-1-2): Orión; Ópazo, Insaurralde, Zaldivia, Damián Pérez; Fierro (o Jaime Valdés), Carmona, Baeza; Valdivia; Paredes, Barrios

Qui Corinthians: passiamo ai brasiliani, che sembrano leggermente favoriti per il passaggio del turno. Il Timão ha vinto il Gruppo G grazie alla differenza reti, che gli ha permesso di stare davanti all'Independiente. Nel Brasileirão invece la squadra allenata da Osmar Loss occupa attualmente il settimo posto in classifica, e viene da un pareggio contro l’Atletico Paranaense, in una partita giocata quasi senza titolari. I colpi di mercato più importanti in questa sessione di mercato del Timão sono tanti, e 3 sono certamente le vecchie conoscenze del calcio italiano come Jonathas (ex Pescara, Brescia, Torino e Latina), Danilo Avelar (ex Cagliari e Torino), Henrique (ex Napoli), oltre al rientrante (dalla Cina) Ralf il giovane cileno Ángelo Araos arrivato dalla U de Chile, e che pertanto non potrà giocare in Copa Libertadores. Questo il possibile 11 di Osmar Loss (4-2-3-1) Cássio; Fagner, Léo Santos, Henrique, Sidcley (o Danilo Avelar); Douglas, Gabriel; Danilo, Jádson, Rodriguinho; Ángel Romero