Copa Libertadores, la presentazione di Cruzeiro-Boca Juniors

04.10.2018 17:00 di Samuele Altomare  articolo letto 66 volte
Copa Libertadores, la presentazione di Cruzeiro-Boca Juniors

"Il nostro obiettivo è fare il primo gol; poi il secondo; poi ancora e ancora, passo dopo passo"

Ha infiammato così la vigilia di Cruzeiro-Boca Juniors Egídio, terzino dei brasiliani, che crede nella remuntada. Partono in vantaggio gli Xeneizes, forti del 2-0 della Bombonera con i gol di Mauro Zárate e Pablo Pérez. Questa volta però ci sposteremo nel caldo Mineirão di Belo Horizonte; appuntamento alle 02:45, arbitro del match l'uruguayano Andrés Cunha, con al VAR il connazionale Leodán González. Chi riuscirà a passare il turno sfiderà il Palmeiras che ha eliminato il Colo Colo.

Qui Cruzeiro: rendimento di alti e bassi per la Raposa. Nel Brasileirão al momento un modesto settimo posto, e nell'ultima settimana è arrivata una sconfitta per 3-1 in casa del Palmeiras (gol dell'argentino Mancuello per il club di Belo Horizonte). È nelle coppe però che la squadra di Menezes da il meglio di sé: oltre ovviamente alla Libertadores, una settimana fa è arrivata la qualificazione in finale di Copa do Brasil, grazie a un 2-1 globale (con tanto di mega rissa nel finale del ritorno) proprio contro il Palmeiras. La finale sarà contro il Corinthians. Per quanto riguarda il match di stanotte, il Cruzeiro ha già avuto una notizia importantissima: è recuperato infatti l'elemento di maggior spicco della squadra, Giorgian De Arrascaeta. L'uruguayano, che per un problema muscolare aveva saltato anche la sfida d'andata è tornato a giocare nel fine settimana ed è finalmente disponibile al 100%. Ci sarà invece Dedé al centro della difesa; ricordiamo che il 30enne era stato espulso con il VAR nel match della Bombonera dopo un violento (ma fortuito) scontro con il portiere Xeneize Esteban Andrada (che ha riportato una frattura della mandibola). La CONMEBOL ha però accolto il ricorso contro la sua squalifica, e il difensore anni fa cercato dal Milan sarà regolarmente in campo. Per il resto non dovrebbe esserci alcun dubbio di formazione, e l'11 per tentare la rimonta sarà quasi sicuramente questo: (4-2-3-1) Fábio; Edilson, Dedé, Léo, Egidio; Henrique, Lucas Silva; Rahinha, Thiago Neves, De Arrascaeta; Barcos

Qui Boca Juniors: una partita che segna un punto cruciale della stagione e del futuro degli Xeneizes. Il Boca ha al momento una rosa galáctica, con alcuni dei pezzi più pregiati del continente; ciò non sarà però eterno, visto che la crisi finanziaria argentina minaccia cessioni. È incerto il futuro di Guillermo Barros Schelotto, che è stato molto vicino alle dimissioni dopo una settimana, la scorsa, molto complicata. Sconfitta interna per 2-0 nel superclásico contro il River Plate, poi eliminazione dalla Copa Argentina per mano del Gimnasia La Plata. Troppo, per una squadra del genere. Questo fine settimana è arrivata poi però una vittoria fondamentale, anche per il morale, per 3-1 contro il Colón de Santa Fe, grazie ai gol di Magallán, Zárate e Tévez; ora il Boca è al quinto posto con 13 punti, alla pari con il River. Ma si sa, che l'obiettivo della Mitad Más Uno, è uno, e uno solamente: la Copa Libertadores. Capitolo formazioni: in porta ci sarà sicuramente Agustín Rossi, vista la frattura della mandibola di Andrada nella partita d'andata; ricordiamo che secondo il regolamento gli Xeneizes hanno la possibilità (ancora per pochi giorni) di acquistare un altro portiere, e in caso di qualificazione alla semifinale pare sia pronto ad arrivare uno tra Carlos Lampe dell'Huachipato e Pedro Gallese del Veracruz. In difesa a destra infortunato Jara, giocherà Julio Buffarini, che a Belo Horizonte ci ha già giocato, da avversario, con le maglie di San Lorenzo e San Paolo, e ha parlato di un campo molto difficile. La vera sorpresa sarà in attacco, dove è infortunato Darío Benedetto: pronto a giocare da titolare come ala il colombiano ex Deportes Tolima Sebastián Villa, che farà accomodare in panchina l'ex di turno Wanchope Ábila, Carlitos Tévez ed Edwin Cardona. Questo l'11 di Schelotto, con il quale potrebbe giocarsi la panchina: Rossi; Buffarini, Izquierdoz, Magallán, Más; Nández, Barrios, Pablo Pérez; Villa, Zárate, Pavón