Copa Libertadores, la presentazione di Grêmio-River Plate

30.10.2018 17:00 di Samuele Altomare  articolo letto 26 volte
Copa Libertadores, la presentazione di Grêmio-River Plate

90' minuti decisivi per capire chi andrà a giocarsi la finale della Copa Libertadores contro una tra Palmeiras e Boca Juniors. Sarà un'altro Argentina-Brasile? Sarà un derby brasiliano? Sarà un meraviglioso superclásico? Non si sa. Grêmio - River Plate si giocherà questa notte alle 01:45 italiane, in un Arena do Grêmio vestita a festa. Parte avantaggiato l'Imortal Tricolor, dopo il colpaccio della settimana scorsa, una vittoria al Monumental firmata Michel che lascia ben sperare per i campioni in carica. Ma attenzione, perché come detto parecchie volte, i Millonarios di Marcelo Gallardo si stanno distinguendo da vari anni come una delle squadre che giocano il miglior calcio dell'intero continente soprattutto in campo internazionale, pertanto sarebbe un grave errore di Renato Gaúcho dare per scontato il passaggio in finale. L'arbitro del match sarà l'uruguayano Andrés Cunha, appoggiato al VAR dal cileno Enrique Osses.

Qui Grêmio: è dal lontano 2006 che una squadra non riesce a qualificarsi per due edizioni di fila in finale di Copa Libertadores. Ed è questo l'obiettivo di Renato Portaluppi, magari riuscendo anche a portare l'ambitissimo trofeo a casa per la seconda volta consecutiva. L'Imortal Tricolor sta puntando tutta sulla Copa, come dimostra anche il fatto che nel Brasileirão non vince da ben 4 partite. Anche nell'ultima sfida è arrivata una sconfitta; il Grêmio ha infatti perso in casa per 3-4 contro il Recife, senza però nemmeno convocare i titolari di questo match fondamentale per la stagione. Match a cui assisteranno dalla tribuna due assoluti referenti come Luan, figura della scorsa edizione della Copa e assente anche all'andata per infortunio, e Walter Kannemann, dato che il Vikingo era diffidato e ha preso un cartellino giallo. A far coppia con Geromel dovrebbe esserci l'ex Red Bull Salisburgo Paulo Miranda, arrivato lo scorso gennaio. Per Renato però ci sono anche due eccellenti notizie; gli altri due assenti dell'andata, cioè il terzino destro Léo Moura e soprattutto l'esterno offensivo Éverton, saranno a disposizione. Vengono ancora dati in ballottaggio dai media brasiliani, ma ci sono altissime possibilità di vederli in campo. Questa la probabile formazione, con lo stesso modulo (4-1-4-1) visto all'andata: Marcelo Grohe; Léo Gomes (o Léo Moura), Geromel, Paulo Miranda, Bruno Cortez; Michel; Ramiro, Maicon, Cícero, Éverton (o Alisson); Jael

Qui River Plate: Passiamo il Millonarios. Iniziamo ricordando innanzitutto che in panchina non ci sarà Napoleón Gallardo, squalificato, ma il suo aiutante Matías Biscay. Ciò era già avvenuto diverse altre volte; due grandi precedenti? La finale di ritorno del 2015 contro il Tigres, vinta 3-0 dal River, e gli ottavi di questa edizione contro il Racing, vinta con lo stesso risultato. Nel fine settimana la Banda, con un 11 imbottito di riserve, è riuscita a vincere al Monumental contro l'Aldosivi, grazie ad un gol del classe '99 Cristian Ferreira. Capitolo formazione. Ci sono gli stessi identici ballottaggi della viglia dell'andata, a tormentare Gallardo. Quali? Beh, il solito dubbio tra Nacho Fernández e Juan Fernando Quintero. Il primo dà sempre il meglio nei big match, è un giocatore più dinamico, più energico; ha giocato in Superliga nel fine settimana per 70 minuti. Il colombiano invece, che è stato la scelta dell''andata, ha molta più qualità e ha riposato nel weekend, anche se sembra sempre più portato a fare la differenza entrando dalla panchina. L'altro ballottaggio è in attacco, per scegliere chi affiancherà Rafael Santos Borré. Un'opzione è Lucas Pratto, giocatore più pagato nella storia del club, che ha giocato i 90 minuti contro l'Aldosivi; match in cui ha rifiatato l'altra alternativa, Nacho Scocco, titolare all'andata e ormai sempre più vicino alla condizione ottimale dopo l'infortunio. I dubbi verranno probabilmente sciolti in prossimità dell'incontro. A centrocampo sempre presente invece Léo Ponzio, che festeggerà questa notte le 300 presenze in maglia River. Questa quindi la possibile formazione di Gallardo e Biscay: Armani; Montiel, Maidana, Pinola, Casco; Palacios, Léo Ponzio; Quintero (o Nacho Fernández), Pity Martínez; Santos Borré, Scocco (o Pratto)