Copa Libertadores, la presentazione di Palmeiras-Boca Juniors

31.10.2018 17:00 di Samuele Altomare  articolo letto 24 volte
Copa Libertadores, la presentazione di Palmeiras-Boca Juniors

Siamo sempre più vicini all'epilogo. Abbiamo la prima finalista, il River Plate. E questa notte, con Palmeiras-Boca Juniors, scopriremo la seconda, con un altissima possibilità di un meraviglioso superclásico. Già, perché sono gli Xeneizes a partire favoriti, vista la vittoria per 2-0 della Bombonera grazie ad un magnifico Darío Benedetto, autore della doppietta decisiva, tornando al gol dopo mesi e mesi di infortunio. Ma chiaramente, siamo in Sudamerica, e nulla è scontato, come dimostrato dall'altra semifinale. E bisogna fare ovviamente attenzione al fattore casa, con l'Allianz Parque che dovrebbe riempirsi. Appuntamento alle ore 01:45, arbitrerà il colombiano Wilmar Roldán con il cileno Julio Bascuñán al VAR.

Qui Palmeiras: ci crede il Verdão di Luiz Felipe Scolari. E fa bene a farlo, perché gli uomini ci sono. Anche se, a differenza delle altre semifinaliste, non hanno avuto modo di riposare nel fine settimana. Il Palmeiras si è infatti trovato a giocare un big match in casa del Flamengo, terminato poi 1-1 (gol di Dudu); gli ospiti in questo modo hanno potuto difendere il primo posto nel Brasileirão proprio dagli attacchi del Mengão. Due problemi fisici hanno colpito il Verdão nei giorni di avvicinamento alla gara: il primo riguarda il trequartista Moisés, il quale dovrebbe essere sostituito dal talentuoso ex Santos Lucas Lima. Il secondo riguarda invece Willian; l'ex Cruzeiro ha però un ruolo troppo importante nel modulo di Scolari, e dovrebbe essere regolarmente in campo. Oltre all'inserimento (obbligato) di Lima, Felipão ha pronto un altro cambio: l'allenatore ha messo spesso in discussione Miguel Borja, attaccante capocannoniere della competizione, ma nonostante ciò (almeno in Copa) lo ha sempre schierato titolare. Questa volta invece il suo ruolo dovrebbe essere occupato dall'ex Alavés e Levante Deyverson. Per il resto, ecco la possibile formazione, con un 4-2-3-1: Wéverton; Mayke, Luan, Gustavo Gómez, Diogo Barbosa; Bruno Henrique, Felipe Melo; Dudu, Lucas Lima, Willian; Deyverson

Qui Boca Juniors: gli Xeneizes sono più che carichi per tentare di tornare in finale, tornare a vincerla. Ancor di più sapendo che l'avversario sarà un odiatissimo rivale come il River Plate. Sapendo inoltre, che a gennaio l'ossatura di questa squadra ricca di top player non ci sarà più, a iniziare (probabilmente) da Guillermo Barros Schelotto. Un Barros Schelotto che questa notte non siederà in panchina, causa squalifica. O meglio, non ci sarà Guillermo, ma ci sarà suo fratello gemello Gustavo. I due nel fine settimana hanno perso contro la squadra con cui sono cresciuti e di cui sono tifosi, il Gimnasia La Plata, per due a uno, ma è stata una sconfitta indolore. Il primo motivo è l'alta presenza di riserve. Il secondo, è che l'unico vero obiettivo è la Libertadores. Per la sfida di questa notte Schelotto ha già annunciato un'esclusione, quella di Edwin Cardona, che ha suscitato diverse polemiche. In particolar modo, l'agente del colombiano ha pubblicamente criticato l'allenatore. Partirà dalla panchina Mauro Zárate, al quale sarà preferito il colombiano Villa. Il grande ballottaggio della vigilia era invece per il ruolo della prima punta: come all'andata dovrebbe però vincerlo il fisico di Ramón Ábila, con il Pipa Benedetto pronto a entrare e fare la differenza dalla panchina. Questa la possibile formazione, schierata con un 4-3-3: Rossi; Jara, Izquierdoz, Magallán, Olaza; Nández, Barrios, Pablo Pérez; Villa, Ábila, Pavón