Vuelve la Copa! Stanotte Estudiantes de La Plata-Grêmio

07.08.2018 17:30 di Samuele Altomare  articolo letto 197 volte
Vuelve la Copa! Stanotte Estudiantes de La Plata-Grêmio

Dopo quasi 2 mesi e mezzo di attesa, stanotte tornerà a giocarsi una delle competizioni più belle e “mistiche” al mondo, la Copa Libertadores, il torneo più emozionante del Sud America. E questa notte, alle 2:45, ci metterà subito difronte a una partita tra due colossi del continente, come l’Estudiantes de La Plata e il Grêmio, campione in carica; rispettivamente hanno vinto 4 e 3 copas a testa. Si tratta di una partita che metterà contro, come molto spesso capita, due paesi eterni rivali nel mondo del fútbol (o futebol), come Argentina e Brasile. La partita, che sarà arbitrata dall’uruguayano Andrés Cunha, a causa dei lavori all’Estadio Ciudad de La Plata, si disputerà nello stadio del Quilmes, e qui è sorto subito un insolito problema tecnico: la CONMEBOL ha infatti notificato al Pincha di dover cambiare la porta; essa infatti non raggiunge i 7,34 m richiesti, ma si ferma a 7,27 m. Ora l’Estudiantes deve cambiare la porta e trovarne una di riserva in caso di altri problemi. 

Prima di passare a formazioni e stato di forma delle squadre, vale la pena ricordare un match passato alla storia tra queste due squadre, che 35 anni fa, nel 1983, disputarono la battaglia di La Plata, nelle semifinali di una Copa Libertadores poi vinta dall’Imortal Tricolor. Il motivo di questo nome è presto spiegato: stiamo parlando di un’eroica rimonta da parte degli argentini, che sotto in casa 1-3, con 7 uomini (ben 4 espulsi), riuscirono a pareggiare il match raggiungendo un incredibile 3-3. Al ritorno si impose però il Grêmio 2-1, ma certamente quella partita d’andata rimarrà nella storia.

Qui Estudiantes: parliamo ora delle due squadre di stanotte, come arrivano a questo match. L’Estudiantes ha raggiunto la qualificazione in modo molto rocambolesco: è passata come seconda nel Gruppo F davanti al Nacional solo grazie alla differenza reti; per meglio dire, grazie ad un rigore di Juan Ferney Otero (attaccante ceduto in Francia in questa sessione di mercato) al 90’ nello scontro diretto contro gli uruguayani. Con la Superliga ferma, l’unica partita ufficiale recente giocata dal Pincha è stata quella disputata in Copa Argentina contro il modesto Central Córdoba (4-0). Si tratta di un Estudiantes molto rivoluzionato quello di stanotte rispetto a quello visto dalla fase a gironi (ben 5 cambi nella lista), e molto probabilmente i nuovi acquisti Albertengo e Fernando Evangelista partiranno dalla panchina; da tener d’occhio il classe 2000 Matías Pellegrini. Questo il possibile 11 del club allenato da Benítez: (4-3-3) Andujár; Facundo Sánchez, Schunke, Campi, Erquiaga; Zuqui, Iván Gómez, Lucas Rodríguez; Lugüercio, Apaolaza, Pellegrini.

Qui Grêmio: parliamo ora del campione in carica. Il Grêmio ha vinto il Gruppo A con 14 punti, e parte favorito per questo ottavo. A differenza dell’Estudiantes ha anche una migliore condizione fisica per via del fatto che il Brasileirão non si è fermato nel corso dei Mondiali. Un Brasileirão che vede l’Imortal Tricolor quarto in classifica, con una vittoria 2-0 nell’ultima giornata contro il Flamengo. I brasiliani in questa di sessione hanno perso Arthur, andato al Barcellona (cessione già prevista), ma, almeno per adesso, sono riusciti a tenere Luan (accostato principalmente a Lazio e Valencia) e Kannemann, negli ultimi giorni molto vicino al Cagliari. Presente Geromel, tornato dopo le vacanze post Mondiale. Questo il possibile 11 di Renato Portaluppi: (4-2-3-1) Marcelo Grohe; Léo Moura, Geromel, Kannemann, Bruno Cortez; Maicon, Cícero; Ramiro, Luan, Marinho (o Alisson); André (o Jael)