Argentina: l'AFA lavora per far tornare i tifosi ospiti negli stadi

25.12.2017 20:17 di Roberto Scannapieco  articolo letto 123 volte
Argentina: l'AFA lavora per far tornare i tifosi ospiti negli stadi

L'AFA sta lavorando per riportare il pubblico ospite negli stadi. Da alcuni anni, forse troppi, per motivi di sicurezza, nel campionato argentino la tifoseria ospite non e' ammessa, e se da un lato questo ha ridotto gli episodi di violenza, dall'altro ha privato i tifosi di uno spettacolo che poche nazioni possono vantare, prima, durante e dopo una gara. Purtroppo i problemi legati alle tifoserie, come dire, oltranziste, sono continuati per cui la Federazione Calcistica Argentina, di concerto con le forze dell'ordine, e quindi del Ministero dell'Interno, hanno dovuto, anno dopo anno, ribadire il no al "pùblico visitante". Nei giorni scorsi però, Claudio Tapia, presidente dell'AFA, in un intervista ha annunciato che dalla seconda metà del 2018, dopo il Mondiale in Russia, ci potrebbe essere il tanto agognato sblocco del divieto delle trasferte. Tapia ha detto che il ritorno del tifoso in trasferta e' molto importante per il rilancio del calcio argentino, e che si creerà una Commissione per la sicurezza e la giustizia, proprio per arrivare al ritorno sugli spalti dei tifosi ospiti. Dopo 5 anni, la proibizione dell'ingresso negli stadi del pubblico ospite fu resa operativa nel Giugno del 2013, dopo alcuni atti di violenza negli stadi, l'AFA vuole riportare le famiglie allo stadio, ovviamente creando la maggior sicurezza possibile, scardinando le sacche di tifosi violenti. La ripresa della Superliga, ma anche il Torneo de Verano, saranno banchi di prova per quello che dovrebbe avvenire da Agosto prossimo, e tutti si augurano che alla fine tutto il colore del calcio argentino possa ritornare sugli spalti.