Brasile: la parabola discendente della Portuguesa; in A nel 2013, nel 2018 non giocherà tornei nazionali

12.11.2017 14:47 di Roberto Scannapieco  articolo letto 30 volte
Brasile: la parabola discendente della Portuguesa; in A nel 2013, nel 2018 non giocherà tornei nazionali

Nel giro di 4 anni, la Portuguesa, storico club di San Paolo, e' passato dalla partecipazione al Brasileirao a non giocare nessun Torneo nazionale. La Lusa pochi giorni fa ha perso la Semifinale della Copa Paulista, torneo che, vincendo, gli avrebbe dato la possibilità di giocare nel 2018 la Serie D Brasiliana. La discesa all'inferno del club Rubro-verde e' cominciata nel 2013, quando per un errore tecnico, un suo calciatore nella gara contro il Gremio giocò nonostante fosse squalificato, la squadra venne punita con 4 punti di penalizzazione, che la relegarono al quartultimo posto della classifica della Serie A, che significò retrocessione. Da allora la Portuguesa e' andata sempre più scivolando, fino al baratro di quest'anno, che la porterà a disputare solo un campionato Statale, la Serie A2 Paulista. Un peccato per una società che può contare nel suo Palmàres 3 Campionati Paulisti, 2 Tornei Rio-Sao Paulo, 1 Campeonato Brasileño de Serie B e che ha visto vestire la maglia rossoverde ad alcuni dei più grandi calciatori della storia del Brasile.