Silvana Villalobos: l'allenatore e' donna

07.01.2018 14:34 di Roberto Scannapieco   Vedi letture
Silvana Villalobos: l'allenatore e' donna

Le donne piano piano stanno entrando nel "tempio" che una volta era solo maschile, lo spogliatoio, e lo stanno facendo dalla porta principale e con un ruolo importante. Negli ultimi 20 anni molti sono i casi di "allenatrici" di una squadra maschile di calcio che gioca campionati nazionali, qualcuno ricorderà Valentina Morace, che nel 1999 allenò la Viterbese, allora di Luciano Gaucci, oppure Corinne Diacre, che ha allenato per 3 anni il Clermont Foot 63, squadra che gioca la Ligue 1. In Argentina abbiamo la Signora Silvana Villalobos, guai a chiamarla Signora, e' un allenatrice, la prima in Sudamerica ad allenare una squadra maschile che gioca un campionato nazionale, il Boca de Bermejo, società della cittadina di Bermejo, che fa parte del Departamento de Guaymallén, nella provincia di Mendoza. Il Boca, fondato nel 1930 quest'anno giocherà per la prima volta dopo 60 anni, il Torneo Federal C, e lo farà con Silvana Villalobos in panchina, una novità assoluta, ma non per il paesino di Bermejo, che la Villalobos la conosce da tempo. E' sulla panchina del Boca dal 201, ed ha portato la squadra, prima nella Primera Divisiòn della Lega, poi a vincere la Liga Mendocina de Fùtbol, 2° titolo, il primo fu nel 1957, che l'ha promossa nel Federal C. Un mondo nuovo si sta aprendo in Sudamerica, un mondo che le donne che giocano al pallone le conosce bene, ma le ha sempre ristrette nell'orticello del "fùtbol femenino", e che grazie ora a donne come Silvana Villalobos sta uscendo dall'oscurità. Lei, Silvana, ovviamente e' contenta, e nelle varie interviste rilasciate ha messo in evidenza le difficoltà incontrate per far ricredere gli "uomini" riguardo la sua competenza di tattica calcistica, il suo poter allenare una squadra maschile, il suo poter stare nello spogliatoio insieme ai suoi calciatori, racconta Silvana che i primi tempi poteva entrare nello spogliatoio solo dopo che tutti si fossero cambiati, mettendo maglia e pantaloncini da gioco. La diffidenza e le difficoltà sono state superate, e la storia di Silvana Villalobos costituisce un precedente che presto diventerà una normalità, lei parla di "rivoluzione", ed ha ragione. Silvana Villalobos, 43 anni, ha cominciato a giocare a calcio all'età di 5 anni; piano piano, dai campi di terra battuta, va a finire ne Las Pumas, società di calcio femminile di Las Heras, una delle prime entità del calcio del gentil sesso della provincia di Mendoza, e con questa società ha giocato la sua carriera agonistica, vincendo campionati locali e nazionali. In 10 anni ha vinto 13 Tornei Regionali, 2 Campionati Argentini e 70 titoli Provinciali. Nel 2012 e' stata una dei candidati alla guida della Nazionale Argentina Femminile, e nel 2015 ha fatto parte del corpo tecnico della Seleccion Femminile di Fùtsal. Nello stesso anno, e' stata ingaggiata dal Boca de Bermejo, con cui ha prima sfiorato prima la promozione nella massima categoria della Liga Mendocina, poi l'ha ottenuta, e lo scorso anno e' arrivata anche la vittoria della Liga Provinciale, che gli ha dato il diritto di giocare a livello nazionale quest'anno.