Uruguay, il Liverpool Montevideo è il vincitore del Torneo Intermedio!

09.09.2019 16:00 di Samuele Altomare   Vedi letture
Uruguay, il Liverpool Montevideo è il vincitore del Torneo Intermedio!

Probabilmente non ha il valore di un Apertura o di un Clausura, ma per due squadre che non avevano mai vinto un titolo in Primera División nella loro storia, la conquista del Torneo Intermedio avrebbe potuto avere un sapore ancora più speciale. Basterebbe anche solo questa motivazione nell'incontro tra il Liverpool Fútbol Club e il Club Atlético River Plate: due nomi altisonanti, ma non certamente due nomi che un amante del calcio andrebbe a collegare a due club dell'area di Montevideo. Allo stadio Luis Franzini si sono affrontati un giovanissimo allenatore come Paulo Pezzolano (36 anni), a guidare il miglior attacco dell'Intermedio con 18 gol per i Negriazules, contro un autentico guru come Jorge Fossati (esperienze nelle panchine di 8 paesi in numerosi club) a guidare invece una squadra imbattuta e la miglior difesa del torneo, con solo 3 gol subiti in 8 match per i Darseneros. Da segnalare, tra le altre, la presenza in tribuna di Nico De La Cruz, calciatore del River Plate argentino ma noto tifosissimo del Negro de la Cuchilla.

Si prospettava pertanto un match tirato, e così è stato, tant'è che si è dovuti arrivare ai calci di rigore. Il primo tempo ha visto il club di Pezzolano portarsi in vantaggio grazie al gol, su un tiro anche abbastanza strozzato, del goleador Juan Ignacio Ramírez. I numeri del 22enne quest'anno sono da grandissimo attaccante: ben 19 gol nel campionato uruguayano, di cui 9 solo nell'Intermedio (compreso quello di ieri). A pareggiare nel secondo tempo ci ha pensato un altro giovane come Joaquín Piquerez, autore al 70' di un gran gol dopo un'azione confusa, e che ha portato la gara ai tempi supplementari. A metà del primo tempo addizionale, sono ancora una volta i Negriazules a riportarsi in vantaggio, con un golazo di Bryan Olivera dalla distanza; il River però non ci sta, non molla, e a 5 minuti dalla fine ritrova il pareggio dopo un altra azione intricata, conclusasi con il diagonale del difensore Gonzalo Viera. Ai rigori, nonostante una traversa proprio del Colo Ramírez, a trionfare è il Liverpool, grazie agli errori di Joaquín Fernández (altra traversa) e Sebastián Píriz (parata dell'ex Boca Juniors Óscar Ustari). Tanti (e meritati) i complimenti per la Dársena, ma il pass per la prossima Copa Sudamericana, oltre alla possibilità di giocarsi la Supercopa Uruguaya, spetta tutto al club del barrio Belvedere.

Giornata storica quindi per la squadra del presidente José Luís Palma, che non ha nascosto la sua felicità oltre ai complimenti per Pezzolano, autore di un gioco moderno ed offensivo, capace di entusiasmare. Analizzando la rosa, possiamo facilmente notare l'enorme senso di appartenenza Negro y Azul: ben 6 titolari di ieri (Rosso, Cáceres, Acevedo, Ocampo, Martínez e Ramírez) sono sorti nel settore giovanile del Liverpool. Tra questi, vari i giovani interessanti, con ben tre giocatori titolari che hanno dovuto saltare due match di campionato (tra cui l'unica sconfitta arrivata per mano del Cerro Largo) a causa dei Giochi Panamericani con l'Uruguay: oltre al già nominato Ramírez, il difensore Sebastián Cáceres, che a 20 anni ha già collezionato 52 presenze in Primera ed in settimana è stato vicinissimo al trasferimento in Messico al Club América (poi bloccato dal presidente Palma), e l'altro goleador Federico Martínez, tempo fa vicino al Parma e autore di 23 gol nelle 51 partite con Pezzolano in panchina. Oltre a loro, come giovane, non può non essere menzionato il 20enne capitano Nélson Acevedo, centrocampista difensivo talentuosissimo e flucro della squadra, per il quale parecchi club italiani ed europei in generale si stanno già dando battaglia per accaparrarselo; fondamentali nell'economia dello spogliatoio elementi d'esperienza come Ustari, il centrocampista 35enne Diego Gustavino e del 34enne Hernán Figueredo.