Atlético Tucuman: Striscione di minacce contro la dirigenza alla vigilia del match contro il River Plate

06.03.2020 14:24 di Roberto Scannapieco   Vedi letture
Atlético Tucuman: Striscione di minacce contro la dirigenza alla vigilia del match contro il River Plate

Atlético Tucuman-River Plate di Sabato può decidere la Superliga 2019/20. I Millonarios ad una giornata dal termine hanno 1 punto di vantaggio sul Boca Juniors che gioca in casa contro il Gimnasia y Esgrima La Plata, quindi per poter mantenere il vantaggio devono vincere. Partita chiave quindi che la dirigenza del Decano vuole sfruttare economicamente visto che i biglietti sono raddoppiati, soprattutto quelli delle "plateas" che da 1800 Pesos sono passati a 3500. La cosa non e' piaciuta, e non e' piaciuto nemmeno l'aver creato un settore "neutrale" che, a detta della tifoseria di casa, potrebbe portare allo stadio tifosi del River Plate. Il presidente dell'Atlético, Mario Leito, ha smentito categoricamente che i biglietti che normalmente vengono venduti ai non soci possano andare agli ospiti. Il numero uno del Decano ha voluto dire la sua dopo lo striscione minaccioso trovato ieri davanti al cancello dello stadio. "Cuando maten un dirigente, nos van a respetar", questa la frase scritta sullo striscione, che ha portato il massimo dirigente tucumano a sbottare. "Se credono di farmi paura si sbagliano, sono indignato perchè non ho avuto mai nessun problema con la tifoseria. Non cambieremo il nostro modo di fare, la vendita dei biglietti sarà effettuata come sempre fatto, nessun passo indietro". Vigilia di gara agitata quindi in casa del Decano, che si spera non continui domani sera allo stadio.