Ricardo Bochini per l'eternità. Una delle leggende viventi del calcio argentino e mondiale, idolo assoluto dell'Independiente, unica squadra, oltre la Nazionale Albiceleste, con la quale ha giocato in 20 anni di carriera agonistica, a Dicembre vedrà intitolato a suo nome lo stadio Libertadores de América, o come viene anche chiamato "La Dobel Visera". Un atto di giustizia ha commentato qualcuno, rifacendosi anche ad una dichiarazione di Diego Armando Maradona che 2 anni fa arrivando allo stadio, era allora il dt del Gimnasia y Esgrima La Plata, "intimò" in un certo senso la dirigenza del Rojo ad intitolare l'impianto di Avellaneda al "Bocha", suo idolo da giovane. La leggenda Bochini, 67 anni, multititolato con il Rojo, 4 Campionati Nazionali Argentini, 4 Coppe Libertadores, 2 Coppe Intercontinentali, 3 Coppe Interamericane, Campione del Mondo con l'Argentina nel 1986, molti premi personali conquistati, avrebbe dovuto ricevere questo "regalo" già 11 anni fa, quando fu inaugurato lo stadio, ma la promessa fatta dall'allora presidente del club, Julio Comparada, cadde nel dimenticatoio. Stessa cosa accadde con il successivo presidente, Javier Cantero, e finora l'attuale numero uno del Rojo, Hugo Moyano, aveva fatto orecchie da mercante alle sollecitazioni della tifoseria e dello stesso Bochini. Ora, come riporta la stampa sportiva argentina, dovrebbe essere arrivato il momento buono perchè il mese prossimo ci saranno le elezioni presidenziali e Moyano punta alla riconferma, e quale pubblicità migliore sarebbe l'intitolazione dello stadio a Bochini.

Sezione: Argentina / Data: Mer 03 novembre 2021 alle 14:06
Autore: Roberto Scannapieco
vedi letture
Print