Giorni di lutto nel mondo Boca: Oscar Cacho Laudonio, lo storico Loco Banderita è morto questo lunedì, all'età di 84 anni, a causa di una grave polmonite, aggravatasi dopo aver contratto il Covid-19. Da mesi lottava con queste difficoltà ed è purtroppo deceduto lunedì, come riportato anche sui profili social del Boca Juniors. Laudonio è stato un uomo amatissimo nella quotidianità e, soprattutto, nei giorni delle partite, sia nelle domeniche di campionato che nei mercoledì di Copa Libertadores.

Cacho Laudonio aveva raccontato alcuni anni fa come si era avvicinato ai colori Azul y Oro: "Sono entrato nel club nel 1985 come bigliettaio e nel 1991 sono diventato membro della security". Qualche tempo dopo iniziò il rito che lo rese celebre alla Bombonera: annunciare ai tifosi l'ingresso in campo della squadra.

Inizialmente si recò alla Bombonera con una bandiera. Poi iniziò a vestire abiti colorati durante il suo spettacolo all'uscita dello spogliatoio dei giocatori e in seguito ha anche aggiunto luci sui vestiti ed il cappello che usava sempre: “Ho il lavoro che tutti vorrebbero avere: dare il benvenuto alla mia squadra del cuore. Anche Amadeo Carrizo una volta mi ha detto di non smettere mai di sventolare bandiera del Boca, lui che è un simbolo del River! Mi conoscono in tutto il mondo, sono unico ", così si raccontava Cacho Laudonio, che ha ricoperto ufficialmente la posizione di magazziniere per più di un decennio.

In gioventù Cacho, fratello del campione dei pesi welter Abel Laudonio, era anch’egli un pugile, prima dilettante e successivamente professionista, con 11 incontri disputati di cui 7 in Europa.

Il Boca Juniors ha salutato El Loco Banderita, questo il nome di scena di Laudonio, con queste parole: "Il Boca Juniors saluta affettuosamente Oscar Laudonio, collaboratore e personaggio amato nella vita del club, ed è vicino alla sua famiglia e agli amici in questo triste momento".

Laudonio era una leggenda vivente per i tifosi che andavano alla Bombonera, una figura colorata all'interno dello stadio, che rimarrà per sempre impresso nella memoria di chi, allo sventolio della sua bandiera, iniziava ad intonare il classico coro “Boca, mi buen amigo...".

E come diceva lo stesso Loco Banderita parlando di sé: "Mi faranno un monumento al Boca, mi metteranno accanto a Palermo nel Día del Hincha del hincha".

Sezione: Argentina / Data: Mar 23 marzo 2021 alle 17:00
Autore: Giacomo Cobianchi
Vedi letture
Print