La prossima stagione del Patronato sarà quella "vera", nella quale dovrà lottare con i denti per evitare la retrocessione nella Primera B Nacional. Dal 2022 infatti torna la Classifica Promedio che definisce alla fine dell'anno le retrocessioni ed il Patronato partirà con un coefficiente tra i peggiori, quindi ci sarà bisogno di rinforzi per armare un gruppo che possa battagliare dalla prima all'ultima giornata. La dirigenza lo sa per cui nonostante ci siano ancora 4 gare da disputare per chiudere la Primera Divisiòn 2021, sta già lavorando all'allestimento del gruppo per l'anno prossimo. Si e' partito con i casi più importanti, l'allenatore ed il bomber della squadra, che hanno il contratto in scadenza a fine anno. Il Patronato vuol continuare ad affidarsi ad Ivàn Delfino e Sebastiàn Sosa Sànchez, per cui farà di tutto per rinnovargli il contratto. Delfino nelle 38 partite in cui ha guidato la squadra, era stato assunto ad inizio 2021, ha raccolto 11 vittorie, 9 pareggi, e 18 sconfitte, e nonostante tutto secondo la dirigenza ha fatto un buon lavoro, ed e' ben voluto anche nello spogliatoio e tra la tifoseria. Sosa la fiducia se l'è guadagnata a suon di gol, ben 9 in 26 partite, e quindi il club Rojinegro punta su di lui anche per l'anno prossimo. Sosa, uruguaiano di 27 anni, ha avuto anche un passaggio in Italia nella stagione 2012/13 quando fu acquistato dal Palermo. Con i rosanero giocò solo una gara con la formazione Primavera, poi fu ceduto in prestito. L'anno dopo, rientrato in Sicilia, fu protagonista di un piccolo "scandalo"; il Villaznia, squadra albanese, annunciò il suo acquisto in prestito dal Palermo, mentre la società rosanera qualche giorno dopo cedette il calciatore all'Empoli a titolo definitivo. Il "disguido" portò la società toscana a cedere in prestito Sosa al Villaznia, prestito poi divenuto cessione definitiva. Dopo un altra annata, negativa, passata in Albania, Sosa rientrò in Uruguay al Club Nacional, ma solo per essere poi ceduto in prestito ad altri club, fino alla chiamata dello scorso anno da parte del Patronato. La società argentina potrebbe essere per lui un nuovo trampolino di lancio, per questo cercherà in tutti i modi di tenerlo almeno un altro anno. 

Sezione: Argentina / Data: Sab 13 novembre 2021 alle 14:34
Autore: Roberto Scannapieco
vedi letture
Print