Il 9 gennaio 2018 Lucas Pratto è diventato il calciatore più pagato nella storia del River Plate, 11,5 i milioni versati dal club argentino nelle casse del Sao Paulo. Un buon inizio per l'ex Genoa che in Italia non lasciò un grande segno, ha vinto la Libertadores anche da protagonista nella doppia super finale contro il Boca Juniors ma adesso qualcosa non sembra più funzionare.

L'ultimo mese veramente prolifico per il Cammello, questo il soprannome del centravanti, fu il maggio 2019 con diverse reti tra Superliga, Copa de la Superliga e Recopa. Il tempo per Pratto però sembra essersi fermato lì infatti l'ex Genoa non è andato più in gol in alcuna competizione. Zero le reti messe a segno da giugno ad oggi, dieci mesi in cui ha contribuito anche l'ultima sosta forzata per l'emergenza Coronavirus.

Intanto però cominciano a circolare diverse voci di mercato, la posizione di Lucas Pratto all'interno del River Plate non è più così sicura come poteva essere in precedenza. Oggi ha anche parlato il suo procuratore: "E' scomodo vedere come Lucas non abbia più continuità". Cessione? Possibile ma tutto è rinviato alla ripresa delle fatiche al termine di questa emergenza.

Sezione: Argentina / Data: Mar 14 aprile 2020 alle 19:30
Autore: Antonino Sergi / Twitter: @NinoSergi92
vedi letture
Print