Per ora la panchina del San Lorenzo rimane un rebus. L'interinato della coppia Monarrìz/Di Leo era stato programmato per una, al massimo due settimane dopo l'addio di Paolo Montero, ma i contatti avuti con potenziali nuovi tecnici non ha portato frutti. Sarebbero tre i "no grazie" ricevuti dalla dirigenza del Ciclòn. Hernàn Crespo era stato il primo a declinare l'offerta, ha altre aspirazioni, negli ultimi giorni sono arrivati i "no" di Gabriel Heinze e Javier Mascherano, il "Gringo", come Crespo ambisce a panchine più importanti, mentre l'ex del Barcellona ha fatto capire che fino alla fine dell'anno continuerà nel suo ruolo all'interno dell'AFA, e' a capo del Dipartimento di metodologia e sviluppo, poi eventualmente comincerà a guardarsi intorno per cercare una società che voglia affidarsi a lui come tecnico, una scommessa visto che Mascherano non ha nessuna esperienza pregressa come allenatore. Il San Lorenzo non tira più verrebbe da dire, soprattutto negli ultimi 5 anni, complice una situazione economica non florida, il progetto tecnico non e' riuscito ad avanzare, prova ne sono i ben 12 dt che si sono succeduti in panchina. Per ora quindi nessuna buona nuova da Boedo, fra meno di due mesi finirà l'annata calcistica e senza un progetto che parta dall'allenatore il 2022 si prospetta almeno uguale all'anno in corso, ovvero con molteplici problemi, di campo e societari.

Sezione: Argentina / Data: Mer 27 ottobre 2021 alle 13:55
Autore: Roberto Scannapieco
vedi letture
Print