Nonostante avesse negli ultimi giorni dichiarato che non aveva nessuna intenzione di dimettersi dall'incarico di tecnico del San Lorenzo, Paolo Montero non e' riuscito ad "imporsi" alla dirigenza del club e dopo l'ultima sconfitta, quella del turno infrasettimanale di campionato giocata Mercoledì (1-3 casalingo ad opera del Lanùs), ha rescisso il contratto. Una rescissione chiaramente "imposta" dalla dirigenza del Ciclòn, che ha capito che il ciclo dell'uruguaiano era giunto malla fine. I numeri di Montero alla guida della squadra parlano chiaro, in 16 gare ha raccolto 4 vittorie, 5 pareggi, e 7 sconfitte, un ruolino di marcia che non poteva soddisfare il San Lorenzo. Ora la dirigenza dovrà decidere cosa fare per le prossime 8 gare che mancano alla fine del campionato, torvare subito un tecnico che possa chiudere l'anno e programmare il 2022, oppure giocare il finale di stagione con un tecnico ad interim. Ieri sera dopo la notizia dell'addio di Montero, alcuni media argentini avevano rilanciato la notizia di un incontro tra il San Lorenzo ed Hernàn Crespo, fresco di esonero al Sao Paulo. Sembra che "Valdanito" abbia rifiutato l'offerta, aspetterebbe altre chiamate, e l'unica conferma e' che per la gara di Domenica contro l'Huracàn, sulla panchina del Ciclòn ci sarà la coppia Diego Monarriz/ José "Camello" Di Leo, tecnici del Settore Giovanile.

Sezione: Argentina / Data: Ven 22 ottobre 2021 alle 13:49
Autore: Roberto Scannapieco
vedi letture
Print