La Copa do Brasil è arrivata ormai all'ultima tappa. Ieri sera si è disputata la finale d'andata tra Grêmio e Palmeiras. La sfida è stata preceduta da grandi problemi a livello organizzativo, prima prevista per le 16:00 locali, 20:00 italiane, e poi spostata all'ultimo alle 21:00 locali, 1:30 italiane. Secondo il comune di Porto Alegre ciò avrebbe limitato gli assembramenti fuori dallo stadio in caso di vittoria del Tricolor. Tuttavia non lo sapremo mai, vista la sconfitta per 0-1 subita.

Il Palmeiras ha giocato allo stesso modo, proteggendosi dietro con un catenaccio fitto e colpendo su un calcio piazzato. L'ex difensore Milan Gustavo Gomez ha messo a segno un altro dei suoi gol di testa, diventando un jolly ormai in queste situazioni. C'è comunque da notare il movimento di Luiz Adriano che spiazzato la difesa gremista. I movimenti ben calcolati, al minimo dettaglio, di Abel Ferreira sono ciò che differenzia il Verdão dalle altre squadre brasiliane.

Per il resto è stata una partita a scacchi, controllata dalla squadra paulista, nonostante il 70% di possesso dei ragazzi di Renato Portaluppi. L'ex meteora della Roma si ostina a reputare il proprio gioco come il migliore del Brasile, ma manca la concretezza. Anche un goleador di razza come Diego Souza fatica ormai a trovare la via del gol proprio per le poche occasioni pericolose create. L'attaccante oltre a ricevere una gomitata da Luan, poi sanzionata con un rosso, ha fatto vedere molto poco anche in quest'occasione.

RIEPILOGO PARTITA

Grêmio 0-1 Palmeiras

Marcatori: 32' Gustavo Gomez (ass. Raphael Veiga) (P)

Espulsioni: 64' Luan (P)

Sezione: Brasile / Data: Lun 01 marzo 2021 alle 14:56
Autore: Florind Lucas
vedi letture
Print