Il debutto di Hernán Crespo sulla panchina del São Paulo è stato amaro. Il pareggio con il Botafogo di Ribeirão Preto in rimonta nel Paulistão non può sicuramente far piacere. Tuttavia si è intravisto del buono nel fraseggio di palla e nell'atteggiamento della squadra che non ha mai perso il controllo. L'imprecisione di Luciano sotto porta ha penalizzato non poco il Tricolor, dormiente in difesa sull'unica occasione chiara degli avversari. Lo spreco e le poche finalizzazioni in porta davanti è sempre stata anche la critica rivolta all'ex tecnico Fernando Diniz.

Invece il centrocampo ha invece dato buoni frutti, come al solito. Lo stile del Valdanito è molto aggressivo, pieno di passaggi (600 in questo match) e di scambi veloci. Sono ancora da perfezionare alcune posizione in campo, non sempre rispettate, a causa di un leggero cambio di formazione. È solo questione di tempo, poiché lo stile são-paulino solito è stato mantenuto anche da Crespo. A onor del vero c'è da dire anche che l'entrata di alcuni giovani e l'assenza di Tchê Tchê ha rallentato un po' la manovra.

Sempre un giovane, Dudu Hatamoto di 17 anni, ha però colpito il São Paulo. Lo svantaggio iniziale è stato poi colmato da una rete su cross da calcio piazzato da Arboleda.

RIEPILOGO PARTITA

São Paulo 1-1 Botafogo-SP

Marcatori: 48' Dudu Hatamoto (ass. Lopes) (B), 75' Arboleda (ass. Pablo) (S)

Sezione: Brasile / Data: Lun 01 marzo 2021 alle 19:00
Autore: Florind Lucas
vedi letture
Print