L'ex Fluminense Douglas Moreira Fagundes ha dovuto cambiare nome sulla maglia dopo il suo approdo al Kashiwa Reysol. Il significato del suo soprannome, Dodi, è molto particolare in Giappone, poiché vuol dire letteralmente “persona che commette errori”. Diciamo non un bel biglietto da visita per un calciatore che dovrebbe essere il fulcro del gioco di una squadra. Ora sulla maglia apporrà “Doddi” così da dribblare la superstizione dei giapponesi. Ora però il significato ha preso una nuova sfaccettatura, visto che in quel modo viene chiamato il dodgeball.

Scherzi e giochi parole a parte Dodi è un centrocampista molto forte e interessante. Le sue movenze possono adattarsi sia a un ruolo basso e più difensivo sia a uno più offensivo. Con Odair Hellmann in panchina al Tricolor nell'ultimo anno è migliorato molto. Il 24enne in 19 presenze ha messo in conto un gol e un assist, aiutando però a tenere l'equilibrio tra il reparto offensivo e quello difensivo. Non a caso i carioca si sono qualificati alla Libertadores 2021, dopo aver terminato la stagione precedente vicino alla zona retrocessione. Un progresso notevole che passa anche da Dodi o Doddi, come dir si voglia.

Sezione: Calciomercato / Data: Ven 05 marzo 2021 alle 13:58
Autore: Florind Lucas
Vedi letture
Print