Correva il 2017 quando il Grêmio si laureò campione della Libertadores per la terza volta in argentina contro il Lanús. A Porto Alegre si aprirono le porte dell'Arena ai tifosi per seguire insieme la partita sul maxi-schermo direttamente dal campo. Tra la massa c'era un appena 20enne Pepê. Passati gli anni quel ragazzo è diventato un perno della formazione di Portaluppi, segnando ben 11 gol in 28 presenze nel 2020.

Spesso criticato dalla stampa e offuscato dal craque Everton Cebolinha, nell'ottavo di finale disputato contro il Guaraní ha fatto ricredere ancora una volta tutti. La vittoria per 2-0 porta proprio la firma di Pepê, grazie ad un assist per Jean Pyerre e ad un gol di pallonetto. Oltre alle mere statistiche, l'apporto dato alla squadra è quasi quella di un regista d'attacco, organizzando così i tempi là davanti. Rivelato dal club omonimo della sua città natale, il Foz do Iguaçu, dopo due stagioni da panchinaro è diventato ormai un titolare inamovibile.

Potrebbe essere denominato un Cebolinha 2.0 dato che entrambi giocano nello stesso ruolo. Entrambi hanno le stesse altezza e stazza. Entrambi con il destro fanno magie a giro, non mancando né di precisione né di potenza. Pepê oltre alla fascia sinistra, ha già avuto buoni risultati sulla destra, districandosi sempre bene tra i difensori. Agilità e corsa sono di casa e ciò, unito ad una grande intelligenza tattica, lo rende ipoteticamente perfetto. Infatti la sua visione di gioco aiuta in modo consistente anche il centrocampo, svolgendo così compiti da “falso 10”.

Pepê non sta solo vivendo un buon momento nel rettangolo verde, ma anche fuori. Ha conquistato i cuori dei tifosi con due gol pesanti negli ultimi due GreNal disputati. Iconico quello ai giorni di Copa, quando ha infilato il povero Marcelo Lomba con un tiro ad effetto nell'angolo sinistro basso. Saravia non ha potuto nemmeno distrarsi un secondo che, con lo spazio lasciato vuoto, l'esterno gremista aveva già la rete in tasca. From zero to hero come direbbero gli inglesi, insomma. Ora è pronto per andare al Porto a giugno, dopo che i due club hanno raggiunto un accordo da 15 milioni di euro.

Sezione: Calciomercato / Data: Gio 04 marzo 2021 alle 18:54
Autore: Florind Lucas
vedi letture
Print