Un brasiliano dal soprannome Wolverine, un supereroe dei fumetti affibiatogli quando vestiva la maglia della Salernitana. Soltanto pochi giorni fa Denilson Gabionetta è tornato a Salerno per la nascita della figlia tra i sorrisi e gli abbracci di molti tifosi che hanno un grande ricordo di quest'attaccante arrivato da un piccolo club brasiliano, l'Hortolandia.

Nel 2007 comincia il suo giro per l'Italia alla ricerca di fortuna passando dal Varese, dall'Albinoleffe, dal Pisa fino ad affermarsi in Calabria con la maglia del Crotone. Con gli squali segna nove reti in una stagione che gli valgono l'importante chiamata del Torino ma fa fatica e torna nella piccola Crotone dove continua a segnare e regalare giocate di alta scuola. 

Ha la sfortuna di essere ingaggiato dal Parma, all'epoca degli innumerevoli trasferimenti finendo così a giocare in Romania con il Cluj prima del ritorno in Italia con la maglia della Salernitana. A Salerno è uno dei protagonisti della promozione in Serie B del 2015 fino a lasciare nel gennaio 2016 davanti all'offerta di 600 mila euro dell'Hangzhou Greentown, squadra militante nella Serie B cinese.

Gabionetta ancora è lì, adesso ha anche 32 anni ma il talento di questo brasiliano poteva e doveva ancora dimostrare qualcosa in Italia. Ma Denilson al Sud ha reso meglio e lì ha lasciato un pezzo di cuore e tanti bei ricordi.

Sezione: CHE FINE HA FATTO? / Data: Lun 14 agosto 2017 alle 16:04
Autore: Antonino Sergi / Twitter: @NinoSergi92
vedi letture
Print