"Ho sentito dell'interesse di Juventus e Fiorentina. Cerco di non pensarci perchè sono del Bari, ma sono molto contento che queste grandi squadre si interessino a me". Parola di Emanuel Rivas, ala vecchio stampo protagonista in Serie A con la maglia numero sette del Bari. Erano tempi d'oro per quest'argentino nativo di Quilmes arrivato in Italia all'Arezzo dal Talleres. Esperienza positiva in Toscana prima del grande salto con i galletti.

In Puglia Rivas si esalta, con lo stile di gioco di Conte prima e Ventura dopo rende al massimo delle sue potenzialità. Sfortunato il suo esordio in massima serie, teatro San Siro con l'Inter bloccata sul pari dai galletti e quest'argentino subentrato a Ferdinando Sforzini colpisce la traversa allo scadere. Appuntamento con il gol soltanto rimandato, arriva qualche settimana dopo nel match vinto contro l'Atalanta.

Rivas vola su quella fascia, ancora vive le scorribande dell'argentino che aveva attirato, come detto sopra, le attenzioni di squadre come Juventus e Fiorentina. Non basta, retrocede in B con il Bari e decide di rimanere ma la sua avventura è ormai ai titoli di coda. Passa per Varese, Verona e Livorno ma non è più lucido come negli anni in Puglia.

Rimane soltanto un bel ricordo di lui, adesso a 34 anni è senza squadra dal 2015 ma nella mente rimangono la reti e le cavalcate sulle fasce del San Nicola.

Sezione: CHE FINE HA FATTO? / Data: Mer 22 novembre 2017 alle 15:00
Autore: Antonino Sergi / Twitter: @NinoSergi92
vedi letture
Print