Dall'Argentina: Italia in pressing sui giovani argentini. Zampino di De Rossi sui nuovi oriundi?

27.03.2021 19:00 di Giacomo Cobianchi   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Dall'Argentina: Italia in pressing sui giovani argentini. Zampino di De Rossi sui nuovi oriundi?

L'esperienza di Daniele De Rossi al Boca Juniors, nonostante non sia andata come previsto, è stata comunque un grande spot per l'Italia ed il calcio italiano in Argentina e, di riflesso, in tutto il Sudamerica. El Tano, soprannome standard per tutti gli italiani a quelle latitudini, è entrato nel cuore di tutti gli Xeneizes e si è guadagnato il rispetto anche delle altre tifoserie, che hanno riconosciuto in lui il grande amore per quel fútbol e l'umiltà con cui si calò in una nuova esperienza, nonostante la grande carriera che gli avrebbe permesso, volendo, di guardare tutti dall'alto al basso.

Anche dopo il suo ritorno in Italia ed il suo definitivo ritiro dai campi da calcio, la figura di De Rossi viene sempre seguita con interesse oltreoceano, tant'è che il suo ingresso nello staff di Roberto Mancini, ufficializzato due settimane fa, è immediatamente rimbalzato in Argentina tra le notizie più importanti di calcio internazionale.

A tal proposito, nella giornata di ieri un'altra news ha tenuto banco sui media argentini, impegnati a parlare delle performance della Selección Sub-23 scesa in campo in Giappone e la cui rosa, in un futuro prossimo, rappresenterà il nucleo della nuova Nazionale maggiore: a quanto pare, infatti, alcuni giocatori sarebbero nelle mire della Nazionale italiana, con la FIGC che si sarebbe già mossa per un'eventuale naturalizzazione in tempi brevi.

I giocatori in questione sarebbero: Nicolás Capaldo del Boca Juniors (22), Pedro De La Vega del Lanús (20) e Tomás Badaloni del Godoy Cruz (20). Tre giovani molto interessanti, tutti titolari nei loro rispettivi club, ma che faticherebbero a ricevere una chiamata di Scaloni per la Albiceleste, visto l'affollamento di profili di alto livello nel reparto di centrocampo e nella batteria di esterni.

A quanto pare, questi tre nomi sarebbero stati sondati su suggerimento diretto proprio di Daniele De Rossi, rimastone colpito durante la sua esperienza alla Bombonera tanto da ritenerli possibili rinforzi all'altezza della maglia Azzurra. Non è una novità che De Rossi abbia studiato ed analizzato a fondo i vari pibes argentini: sempre su suo suggerimento, Francesco Totti ha assunto la procura di alcuni di loro nella sua nuova attività di agente.

La AFA non parrebbe intenzionata a stare a guardare, già scottata dagli "scippi" di Klimowicz (Germania) e Reyna (Stati Uniti), e ci sarebbero pressioni su Scaloni affinché convochi tali giocatori il prima possibile in Nazionale maggiore, in modo da vincolarli alla Selección.