Andrés Lagreca 11 anni fa bussò alla porta di un agenzia di procuratori calcistici e disse: "Volete rappresentare mio figlio? Aprite un conto a suo nome e meteteci sopra 100mila Dollari, e sarete il suo procuratore". Qualcuno gli crebbe, nonostante il figlioletto di Andrés, Santiago Lagreca avesse solo 7 anni, e così la procura fu fatta. Dopo 4 anni il piccolo Santiago passò nelle formazioni giovanili del Real Madrid, ed oggi, a 18 anni, torna a casa a Montevideo per firmare un contratto con il Peñarol. La carriera di Santiago Lagreca però poteva prendere una strada diversa qualora il papà avesse accettato l'offerta arrivata dall'Internazionale. "Troppo complicato dover imparare un altra lingua", così quando arrivò l'opportunità partì per Madrid, destinazione Rayo Vallecano. Il suo score, 50 reti nella formazione di categoria del Rayo gli spalancò le porte del Real Madrid. Negli ultimi tempi c'e' stato un pò di fermento tra Real ed i rappresentanti del giovane,nel frattempo era stato selezionato dall'Under-17 dell'Uruguay, visto che il club spagnolo non voleva liberarlo per farlo andare al Peñarol, poi si e' trovato un accordo, Santiago si stava allenando con l'Aurinegro già da 3 mesi, e finalmente potrà firmare per la squadra del cuore. Una storia incredibile questa del giovane uruguaiano, tifoso del Barcellona andato a finire agli odiati rivali del Real, ma sempre con il sogno di vestire la casacca del Peñarol.

Sezione: Primo Piano / Data: Gio 25 luglio 2019 alle 16:06
Autore: Roberto Scannapieco
vedi letture
Print